Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Mimetizzata nell'agglomerato urbano vicino, non è di immediata individuazione e solo il suo campanile ne segnala la presenza.

La comunità armena fu una delle prime ad essersi insediate a Venezia e, a partire dal XII secolo, si instaurò nella parrocchia di San Zulian. Qui, istituì il primo centro di interscambio comunale soprannominato fontego.

Il popolo armeno fu solo uno dei ceppi di popolazione che si insediò a Venezia: infatti, ad esso si aggiunsero anche i greci, i turchi, i siriani, gli ebrei, i tedeschi, eccetera. Questa babele di lingue e tradizioni portò alla definizione della città lagunare quale "patria di tutte le nazioni" per la sua straordinaria apertura al mondo.

L'area nella quale, nel XII secolo, si era soliti incontrare armeni, oltre alle loro case e botteghe, era San Zulian, dove impiantarono il loro primo centro di interscambio commerciale detto "fontego", per mano di Marco Ziani, figlio del doge Pietro Ziani, con lascito testamentario del 5 luglio 1253.

Alla fine del XV secolo, precisamente nel 1496 (quattro anni dopo la scoperta delle Americhe da parte di Cristoforo Colombo), venne costruita la prima piccola chiesa armena intitolata alla Santa Croce di Cristo, su concessione dell'allora papa Leone X. A partire dal 1682, considerando che le esigue dimensioni del luogo di culto risultavano insufficienti ad accogliere tutti i fedeli), la chiesa venne ampliata grazie alla donazione di Gregorio di Girach di Mirman e venne eretta su progetto degli architetti Baldassarre Longhena e Giuseppe Sardi; fu consacrata il 29 dicembre 1688.

L’interno è a pianta quadrata e ad un'unica navata, con cupola centrale azzurra (elemento tipico dei luoghi di culto di rito armeno), presbiterio e tre altari, decorata con marmi intarsiati e stucchi policromi. 

Oggi la chiesa è di proprietà dei padri Mekitaristi dell’isola di San Lazzaro degli Armeni che ne gestiscono anche le funzioni; visitabile previo appuntamento con i padri. 

Altri luoghi da scoprire

Prima pubblicazione: Domenica, 31 Agosto 2014 — Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 13 Gennaio 2016

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.