Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 1 minuto

A San Rocco, il santo protettore degli appestati, è dedicato questo luogo di culto la cui facciata è in bianca pietra d'istria.

E' collocata in un fazzoletto di campo omonimo, delicato e sincero, occupato, in parte, dal retro dell'enorme Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari.

Costruita da Bartolomeo Bon, la Chiesa di San Rocco ha un impianto ad una navata sola con presbiterio absidato e due cappelle poste ai lati.

Nel 1725 la chiesa è stata ristrutturata radicalmente da Giovanni Scalfarotto. Ora l'interno della chiesa è costituito da una navata con quattro altari laterali e due cappelle absidali e decorato da dipinti del Tintoretto, di Giovanni Antonio Fumiani e da Sebastiano Ricci. Ai lati dell'altare sono conservati alcuni frammenti della decorazione del presbiterio del Pordenone.

Nel 1765 iniziarono invece i lavori di ristrutturazione della facciata ad opera di Bernardino Maccaruzzi. La facciata, divisa da due ordini di colonne corinzie, presenta delle nicchie con statue di Santi, opere di Giovanni Marchiori e Giovanni Maria Morlaiter. Sul lato della chiesa son da notare il vecchio portale ed il rosone.

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Martedì, 22 Maggio 2012 — Aggiornato: Lunedì, 21 Agosto 2017

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.