Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Dedicata al profeta Mosè, Moisè in veneziano, questo edificio religioso deve il suo nome a Moisè Vailer che lo ricostruì dopo la sua distruzione.

Focalizza l'attenzione alla sua meravigliosa facciata barocca e osservarne ogni singolo particolare. Ne rimarrai piacevolmente sorpreso.

Dimmi di più

La chiesa si trova nell'omonimo campo nelle vicinanze di S.Marco, venne edificata nell'VIII secolo, si dice dalle famiglie Artigeri e degli Scoparii, venne distrutta nel 1105 e successivamente ricostruita, in stile veneto-bizantino, per volontà di Moisè Valier che la consacrò al biblico Mosè.

Venne nuovamente riedificata nel 1682 su disegno di Alessandro Tremignon che ne disegnò anche la facciata in stile barocco, quest'ultima ne fu possibile l'esecuzione grazie ai finanziamenti dai fratelli patrizi Girolamo e Vincenzo Fini.

Il busto del patrizio Vincenzo Fini si trova nella parte centrale della facciata in cima ad un obelisco sorretto da cammelli, si possono ammirare anche le quattro “Virtù cardinali” e altre figure bibliche.

La chiesa è di una sola navata e al suo interno si trovano opere di Jacopo Tintoretto Lavanda dei piedi, di Jacopo Negretto detto Palma il Giovane L'Ultima Cena, di Gerolamo Brusaferro, di  Alvise Tagliapietra, di Jacopo Guarana, di Gaspari Diziani ed altri.

Progetto di Alessandro Tremignon è anche il monumentale altare maggiore la cui opera è di Enrico Marengo.

Galleria immagini

La facciata della chiesa di San Moisè.

Fin dal primo giorno abbiamo scelto un approccio differente: non riempire le pagine di pubblicità, non dipendere da investitori esterni e rendere disponibili i contenuti accessibili per chiunque, perché crediamo che la cultura non debba avere barriere. In questi 8 lunghi anni abbiamo scelto l'indipendenza, costruendo e autofinanziando in modo autonomo ciò che è oggi l'unica enciclopedia sull'argomento Venezia, accessibile a tutti, in modo fresco e sempre innovativo, visitata da centinaia di migliaia di persone all'anno, da tutto il mondo. È anche la tua bussola personale, grazie alle mappe che ti mostrano dove sono i luoghi di cui parliamo e come arrivarci, semplicemente premendo un pulsante. Gratuitamente. La nostra indipendenza editoriale è vitale, solo in questo modo possiamo continuare a produrre sempre più contenuti di alta qualità, verificati e aggiornati. Solo così possiamo inventare, costruire e rendere disponibili strumenti innovativi. Ora abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno e ricevi la newsletter settimanale "Cinque dall'enciclopedia".

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Supporta Venipedia

Il tuo contributo non costituisce donazione, è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi. Il rinnovo di 29€ dell'abbonamento annuale è automatico. Puoi comunque metterlo in pausa o annullare il rinnovo, in qualunque momento, dalla tua area personale.

Leggi anche