Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Tradizione vuole che sia stata eretta per volere di San Magno al quale, in un momento di profondo raccoglimento, si manifestarono gli apostoli, indicandogli dove sarebbe dovuta sorgere la chiesa a loro titolata.

Il destino di questo luogo di culto fu fortemente legato alla famiglia Corner, in particolare a Caterina, che fin da superò manifestò il suo affetto a questo tempio e a Venezia. 

La leggenda narra che la chiesa sia stata costruita per volontà del vescovo di Oderzo San Magno, al quale apparvero durante la preghiera i dodici apostoli che gli dissero di costruire una chiesa a Venezia a loro dedicata. Nell'apparizione fu rivelato che il luogo esatto dove edificare la chiesa sarebbe stato quello in cui il vescovo avrebbe incontrato dodici gru.

L'edificio risale probabilmente al IX secolo ed è certo che venne eretto per la seconda volta nel 1021; nel quattrocento, poi, ci furono ulteriori integrazioni alla struttura, in particolare fu realizzato un porticato a protezione della facciata laterale, la sacrestia, e la cappella della nobile famiglia Corner. Nulla è rimasto di questi interventi tranne il sacrario dei Corner realilzzata dal noto architetto di Bergamo Mauro Codussi.

Nel 1575 la chiesa subì un nuovo rifacimento, ad opera di Alessandro Vittoria, che rappresentò una quasi intera ricostruzione ad eccezione dei muri portanti e questo permise il salvataggio di alcuni affreschi trecenteschi e la cappella dei Corner.

L'interno è costituito da una navata unica a doppio ordine di colonne; la famosa cappella Corner, presente sulla destra, è ricca di marmi e preziose decorazioni e ospita i monumenti funebri con le relative spoglie di Marco e Giorgio Corner, relativamente padre e figlio della regina di Cipro, Caterina Corner, la quale dimostrò a Venezia e, in particolare alla chiesa dei SS Apostoli, un forte attaccamento. Estremamente carico di spiritualità, l'altare rappresentante la "Comunione di Santa Lucia" di Giambattista Tiepolo che risale al 1746 - 1748.

L'attuale campanile ha origini recenti (inizio lavori verso 1672) e venne ultimato da Andrea Tirali nel Settecento; interessante la cella campanaria costituita da due colonne per lato e piccole terrazze.

Altri luoghi da scoprire

Prima pubblicazione: Giovedì, 10 Gennaio 2013 — Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 13 Gennaio 2016

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.