Venipedia®

'Vanti col Cristo che ła processiòn s'ingruma!

Letteralmente si può tradurre con "Avanti con il crocifisso che la processione si blocca!".Il suo significato può assumere varie forme a seconda del contesto, in ogni caso incita allo sbrigarsi nel fare qualcosa.Per...

A casa sua 'l gà el moreto

Proviene direttamente dal periodo in cui i moretti venivano impiegati dai patrizi veneziani in qualità di servitori.Erano perciò degli schiavi al servizio della nobiltà veneziana, che svolgevano naturalmente quelle...

Ai tempi de Marco Caco

“Robe che se usava ai tempi de Marco Ca­co!”  si sente dire spesso.Il detto è usato per in­dicare il lontano passato o per alludere a tempi remoti.Il det­to probabilmente si riferisce a quel Marco Ca...

Immagine notturna dell'ala napoleonica.

Ala Napoleonica o Procuratie Nuovissime

Eredità lasciata dalla corte francese nell'Ottocento che comportò il sacrificio della chiesa di San Geminiano, gioiello di Jacopo Sansovino, per lasciar spazio a questo monumento che doveva diventare la nuova sede di...

Francesco Algarotti.

Algarotti Francesco

Figlio di Rocco, facoltoso mercante, e Maria Mercati, dopo alcuni anni a Venezia studiò un anno a Roma e solo dopo la morte del padre, all’età di 13 anni, si trasferì a Bologna dove trovò campo fertile per ampliare e...

Incisione raffigurante il doge Paoluccio Anafesto.

Anafesto Paoluccio

Paoluccio Anafesto o Paulo di Oderzo fu il 1° doge della Serenissima. 

Andar a Patrasso co tuto

Diverse sono le interpretazioni di questa frase che nell'uso più corrente significa morire, come pure andare in rovina. Mandar a Patrasso una persona, equivale a mandarla in rovina; mentre Andar a Patrasso vorrebbe...

Andar in spadina

Derivazione ironica del "lezioso costume" proveniente dalla Francia e in uso dalla metà del secolo XVII alla fine del secolo XVIII.Significa sostanzialmente essere vestiti leggeri rispetto alla temperatura fredda, come...

Andémo béver un'ombra

Quante volte si sente dire tra le calli: “Ciò, Andémo béver un'ombra!”… È un invito che è tramandato da generazioni e viene accettato volentieri special­mente da chi non disdegna il buon vino; per “ombra” si intende...

Incisione raffigurante il doge Antenorio Obelerio.

Antenorio Obelerio

Obelerio Antenorio fu il 9° doge della Serenissima (804-810).

Arsenale di Venezia: vista dall'alto della Torre di Porta Nuova, verso l'interno del centro storico (a sinistra il Campanile di San Marco). (Archivio Bazzmann/Venipedia)

Arsenale

Questo luogo ebbe un ruolo fondamentale nella storia di Venezia: fu un grande cantiere navale dove le barche venivano costruite e riparate. Non solo, all'interno, nei momenti gloriosi della Serenissima, esistevano dei...

Particolare del soffitto raffigurante il ciclo del Purgatorio (Aula Magna della sede dell'Ateneo Veneto – Scuola Grande di San Fantin) — (Archivio Venipedia/Bazzmann)

Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Luogo di riflessione e dibattito cittadino fin dal 1812 e che — da sempre — cura le esigenze e gli interessi di Venezia e dell'area veneta. L’Ateneo Veneto annovera fra i propri soci personalità di spicco come...