Venipedia®

Conferenza
Lun 27/06/2016
Auditorium Santa Margherita
Ingresso gratuito

Una vita complessa — quella di Wladimiro Dorigo — feconda, sostenuta dal rigore razionale e dall’interdisciplinarietà come strumento per affrontare i fatti della realtà in cui si è trovato a vivere. Una giornata di studio dedicata ad uno dei protagonisti della vita politica nazionale negli anni 60/70, venuto a mancare il 1°luglio 2006.

In occasione della celebrazione del decennale della scomparsa di Wladimiro Dorigo, 1° luglio 2006 - 1° luglio 2016, l'Università Ca' Foscari di Venezia lunedì 27 giugno 2016 organizza presso l'Auditorium Santa Margherita un convegno dedicato studioso, antifascista, uomo del popolo, uomo di cultura. Nel 2010 è stato costituito un Comitato Scientifico composto dai Proff. Alessandro Casellato e Michela Agazzi e dal sig.Paolo Dorigo, primogenito di Wladimiro Dorigo, che ha consentito di mantenere vivo il ricordo dell'intellettuale veneziano e delle sue opere, in Italia e a Venezia.

Wladimiro Dorigo, intellettuale rigoroso, con una vita ricca di esperienze diverse, a cominciare dalle sue origini povere, agli anni della guerra; dal fascismo, alla Resistenza; fino alla politica italiana negli anni della ricostruzione, alla lotta per la laicità dello Stato, alla fondazione della rivista politico culturale Questitalia, al Sessantotto vissuto nelle istituzioni culturali, alle battaglie sui problemi fondamentali di Venezia. Fino agli ultimi anni: il suo lavoro di ricercatore e storico all’Università, i tanti progetti iniziati che non riuscirà a concludere.

Allievo di Sergio Bettini a Padova, a Venezia tra il 1976 e il 1997 insegna storia dell’arte medievale alla Facoltà di Lettere e Filosofia alternando ad incarichi di docenza molteplici attività in ambito editoriale (fonda e dirige le riviste “Questitalia” e, assieme a Giuseppe Mazzariol, “Venezia arti”). E' stato direttore di Dipartimento di storia e critica delle arti dal 1991 al 1994 ricoprendo vari ruoli anche alla Biennale di Venezia, tra i quali quello di conservatore dell’ASAC, Archivio Storico delle Arti Contemporanee dal 1973 al 1983. Da sempre impegnato politicamente, come testimonia anche la nomina di Assessore all’urbanistica del Comune di Venezia.

Presso la Biblioteca di Area Umanistica (BAUM) dell'Università Ca' Foscari è oggi conservato il fondo librario e documentario di Wladimiro Dorigo, donato dai figli dello studioso, e composto da quasi 15.000 volumi e più di 450 testate di periodico, completamente accessibile attraverso il Catalogo di Ateneo.

Leggi anche