Venipedia®

Evento culturale
da Ven 02/08/2019 a Dom 13/10/2019
Centro Culturale Manin
Ingresso gratuito

Che aspetto aveva la laguna tra Lio Piccolo e Altino in epoca antica? Attraverso i reperti raccolti in numerose campagne di scavo e ricerche subacquee, la mostra disegna le strutture e le forme cangianti del paesaggio dell'area del litorale antico della città romana di Altino.

Che aspetto aveva la laguna tra Lio Piccolo e Altino in epoca antica? Attraverso i reperti raccolti in numerose campagne di scavo e ricerche subacquee, la mostra disegna le strutture e le forme cangianti del paesaggio dell'area del litorale antico della città romana di Altino. Ville marittime, strutture per la produzione del sale, peschiere, infrastrutture portuali: tra l'età antica e il primo medioevo il territorio lagunare è distinto da numerose trasformazioni, dettate dai cambiamenti dei corsi fluviali e dei canali lagunari.

La narrazione ha come filo conduttore la fondamentale attività archeologica pionieristica condotta da Ernesto “Tito” Canal, alla fine del secolo scorso. Seguendo un percorso cronologico che si snoda dall'età imperiale fino al VI-VII secolo d.C. attraverso reperti inediti — fino ad ora mai accessibili al pubblico, come i frammenti degli affreschi della Villa romana di Lio Piccolo — la mostra propone un viaggio per comprendere le complesse vicende abitative legate ad un territorio assai dinamico.

Un luogo sospeso tra terre, mare e lagune. Qui le comunità, profondamente collegate al centro di Altino, hanno imparato a costruire, vivere e “dare forma e struttura” alle acque e alle barene. Qui si sono formati quei gruppi umani che hanno fatto di quell'ambiente la loro cultura e identità.

Percorso espositivo

Lo spazio espositivo è organizzato in 6 tappe, seguendo il percorso geografico e cronologico dei contesti archeologici più rilevanti per descrivere la Laguna Nord in età romana e tardoantica:

  1. 50 anni di ricerche archeologiche in Laguna con Ernesto Canal
  2. Le ville marittime del territorio di Altino
  3. Le infrastrutture a servizio della navigazione
  4. Le economie della laguna antica: sale, pesce e trasporti
  5. Nuovi porti diffusi. La fine del mondo antico
  6. La laguna dal cielo

In ognuna delle stanze il visitatore incontrerà reperti e ricostruzioni degli spazi lagunari antichi, con la ricreazione di strutture antiche utilizzando i materiali archeologici originali (laterizi, coppi, embrici, mosaici, cubetti fittili pavimentali, intonaci parietali) rinvenuti nel corso degli scavi. Immagini, video e suoni accompagneranno la vista nella ricostruzione di un paesaggio lagunare antico ancora da raccontare appieno.

Informazioni

Venerdì, sabato, domenica: 18.00-22.00 (agosto) e 16.30-20.30 (settembre-ottobre)
Centro Culturale Manin, via Treportina 1, 30010 Ca’ Savio - Cavallino Treporti

Entrata libera
I visitatori della mostra acquisiranno un buono per la riduzione sul biglietto di entrata al Museo nazionale e Area Archeologica di Altino e al Museo di Torcello.

Leggi anche