Venipedia®

Evento culturale
Ven 22/05/2015
Ville Hériot

Venerdì 22 maggio sarà piantato il primo melograno nel giardino delle Ville Hériot quale primo passo verso una futura area verde dedicata ai Giusti. Perchè, citando una frase scritta in un cippo del Giardino dei Giusti di tutto il mondo, in Milano, “c’è un albero per ogni uomo che ha scelto il Bene”.

In occasione del centenario del genocidio degli Armeni e della ricorrenza del 10 maggio — dichiarata Giornata dei Giusti dal Parlamento Europeo  — venerdì 22 maggio 2015, a partire dalle ore 10:30, nel magnifico giardino al centro delle Ville Hériot, sede della “Casa della Memoria e della Storia del '900 veneziano” si svolgerà la primissima tappa verso la costituzione del "Giardino dei Giusti" in suolo veneziano, che prevede l'impianto di almeno un albero all'anno titolato a un Giusto. Oggi nel giardino sono presenti delle rose piantate in memoria di Franca Trentin e delle deportate venete.

L'iniziativa è promossa da Gariwo, associazione di Milano che ricerca e promuove le figure di resistenza morale a tutti i genocidi e totalitarismi in collaborazione con le Comunità Armena ed Ebraica di Venezia, l'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, l'Associazione Partigiani d'Italia Anpi 7 Martiri Venezia, l’Associazione rEsistenze — memoria e storia delle donne in Veneto —, la Biblioteca Nazionale Marciana e il Centro Pace del Comune di Venezia.

I lavori apriranno con i saluti delle autoritàMarco Borghi, Direttore dell'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Pietro Kuciukian, Presidente del Comitato Internazionale dei Giusti per gli Armeni e membro dell'Unione degli Armeni d'Italia, Maurizio Messina, Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana, Paolo Navarro Dina,  giornalista e consigliere della Comunità ebraica di Venezia e Maria Teresa Sega , presidente dell’Associazione rEsistenze, e continueranno con la piantumazione del primo melograno

Grazie alla partecipazione di due esperti, si andrà ad indagare il significato del melograno secondo la tradizione armena con Paola Mildonian, docente di Comparatistica all’Università di Ca' Foscari, e secondo la tradizione ebraica, con Moshe Bassali

Con Gabriele Nissim. presidente Gariwo per la Foresta dei Giusti, si dialogherà sulla figura di Armin T. Wegner, attivista tedesco che decise di opporsi al sistema diventando un giusto per gli armeni e per gli ebrei. Nel gennaio 2015, all'interno delle sale monumentali della Libreria Sansoviniana, Biblioteca Nazionale Marciana, è stata allestita una struggente mostra dedicata alle drammatiche fotografie scattate dal militare germanico Armin Theophil Wegner con le quali riuscì a testimoniare a tutto il mondo le atrocità subite dalla popolazione armena. 

La mattinata terminerà con un momento conviviale accompagnato da musiche tradizionali armene per duduk eseguite dal Maestro Aram Ipekdjian.

Leggi anche