Venipedia®

Evento enogastronomico
Dom 08/05/2016
Sant'Erasmo

8 maggio 2016: la festa enogastronomica di un prodotto locale della laguna veneziana - il carciofo violetto di Sant'Erasmo - dal gusto unico e inimitabile quanto l'amore immenso delle mamme per i propri figli.

Torna anche quest'anno, per la nona edizione, la manifestazione culinaria alla ricerca degli antichi sapori per assaporare il carciofo di Sant'Erasmo caratterizzato da una forma allungata e un colore violetto scuro, poche spine, una consistenza piuttosto tenera e un cuore dal gusto unico e senza eguali. I primi carciofi, chiamati castraure, vengono raccolti verso l'inizio di aprile e rappresentano il frutto apicale della pianta che viene tagliato in modo da permettere lo sviluppo di altri 18 – 20 carciofi laterali chiamati botoli; una vera goduria per le papille gustative degli appassionati, in quanto più gustosi, con una punta di amarotico e una consistenza più tenera. 

Quest'anno l'appuntamento è previsto per domenica 8 maggio 2016 sempre presso la Torre Massimiliana a partire dalle ore 11:00 e fino alle ore 19:00 data che quest'anno coincide con la festa della mamma.

Oltre, ovviamente, a proporvi una bella gita nella splendida isola di Sant'Erasmo, un angolo di paradiso incontaminato e salutare, dove poter acquistare il carciofo violetto direttamente dai produttori locali, i quali saranno anche disponibili ad effettuare della visite guidate nei campi dove sono coltivate le piante, vi proponiamo due ricette della tradizione che potrete preparare nella vostra casa o assaporare direttamente il giorno della festa.

Seguendo le indicazioni fornite dagli esperti del Consorzio del Carciofo Violetto di Sant'Erasmo, proponiamo due ricette da "leccarsi i baffi", un secondo per gli amanti del pesce e un contorno perfetto anche per i vegetariani e vegani.

Sarde con carciofi 

Ingredienti:

  • 800 gr di sarde fresche
  • 4 carciofi
  • 1 trito di aglio e prezzemolo
  • olio d’oliva
  • 1 limone
  • burro q.b.
  • sale e pepe appena macinato

Dopo aver eliminato le teste e le lische alle sarde, mondare i carciofi, tagliarli a fettine e tenerli immersi in acqua e limone per evitare che anneriscano. Quando sono tutti tagliati, farli sgocciolare. Preparare la pirofila sulla quale posizionare i carciofi da cuore, imburrando quanto serve e cospargendo con il trito di aglio (a chi piace) e prezzemolo, un pizzico di sale e uno di pepe. A questo punto, realizzare un tortino a strati alternati, uno con le sarde e uno con i carciofi insaporiti con sale, pepe ed olio; andare avanti con la stratificazione fino a quando si saranno esauriti gli ingredienti. Prima di inserire la teglia in forno, svuotare all'interno un bicchiere d'acqua. Infornare, quindi, a temperatura media e far cuocere coperto per circa un'ora. 

Articiochi in tecia / Carciofi in padella

Ingredienti per 4 persone:

  • una decina di carciofi
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio
  • brodo vegetale
  • prezzemolo
  • sale

Dopo aver tagliato a metà i carciofi, metterli in una pentola di dimensioni adeguate e cospargerli con sale, un filo d’olio ed un bicchiere di brodo vegetale. Cuocerli a fuoco vivace per circa dici minuti e poi abbassare la fiamma e cuocere per una buona mezz’ora. In caso di necessità, aggiungere ulteriore brodo vegetale per evitare che i carciofi si attacchino alla pentola e rigirarli ogni tanto. Quando cotti, cospargere con prezzemolo tritato e servire belli caldi.

Leggi anche