Venipedia®

Esposizione
da Gio 24/09/2015 a Dom 25/10/2015
Ospedale Fatebenefratelli
Ingresso gratuito

Luoghi, suggestioni e momenti della storia sportiva veneziana durante il Novecento. Un focus speciale sullo sport "minore" e giovanile, quale monito di una Venezia degli anni passati recenti che non deve essere dimenticata ma anzi valorizzata.

Giovedì 24 settembre 2015, alle ore 18:00, nell’atrio dell'Ospedale riabilitativo San Raffaele Arcangelo (Fatebenefratelli), sarà inaugurata la mostra fotografica dal titolo “Scatti sportivi. Luoghi, suggestioni e momenti dello sport a Venezia nel ‘900”. Un viaggio all'interno della vita sportiva della Venezia del Novecento — viva e popolata — di cui oggi purtroppo si vede solo l'ombra sbiadita di un passato glorioso.

Le immagini esposte fanno parte di tre archivi cittadini, il “Reale Fotografia Giacomelli” e il fondo del fotografo Alessandro Filippo Nappi entrambi di proprietà del Comune di Venezia e l'archivio del Convitto “Biancotto” conservato presso l'Iveser. La mostra vuole essere un ritorno al passato recente della città lagunare e vuole maggiormente mettere in luce il valore sociale e di condivisione delle attività fisico-sportive che a Venezia, più che altrove, assume un significato particolare e una centralità nel vissuto quotidiano. Gli scatti in bianco e nero fondono l'impegno umano con il paesaggio circostante, che sia esso semplicemente una serie di masegni sconnessi, campi polverosi o piscine naturali di acqua salmastra.

La manifestazione è organizzata dall’Archivio della Comunicazione del Comune di Venezia e dall’Iveser (Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea) in collaborazione con la Direzione sanitaria e la Direzione amministrativa dell’Ospedale San Raffaele Arcangelo di Venezia e rientra nel programma 2015 del Festival Venezia Città Viva, previsto dall'1 al 6 ottobre.

La mostra è visitabile tutti i giorni gratuitamente dal 24 settembre al 25 ottobre 2015, dalle ore 08:00 alle ore 20:00

L'Ospedale Fatebenefratelli di Venezia festeggia nel 2015 i 300 anni dalla sua fondazione; al tempo, la Repubblica di Venezia chiese ai padri di prestare assistenza sanitaria ai soldati feriti o malati, degenti negli ospedali militari. Quest'opera caritatevole li unì fortemente alla città, inizialmente rappresentarono un punto di riferimento principalmente per i pazienti malati di mente a San Servolo e dal 1882 aprirono una sede nel Palazzo Benci-Zecchini che per più di un secolo (fino al 1985) svolse il ruolo di Ospedale Generale di Zona mentre oggi è stato riconvertito in Ospedale Provinciale Specializzato ad indirizzo medico riabilitativo.

Leggi anche