Venipedia®

Conferenza
Mer 29/04/2015
Ateneo Veneto

Archeologia e attualità, un viaggio nel passato e nel presente di un lembo di terra emersa della laguna nord di Venezia, oggi disabitata. Un progetto di recupero per restituire il luogo ai Veneziani, non privo di difficoltà.

Mercoledì 29 aprile 2015, alle ore 17:00, il Comitato Venezia presenterà, in collaborazione con l'Università Popolare di Venezia, nella Sala Tommaseo dell'Ateneo Veneto, il penultimo appuntamento del ciclo di conferenze del percorso culturale Storia e società nel territorio veneto.


Durante l'incontro si andrà a conoscere San Giacomo in Paludo, un’isola della laguna nord di Venezia, oggi disabitata, ma che a partire dal XIII secolo ha ospitato prima una comunità di monache cistercensi, poi un priorato francescano ed infine alcuni presidi militari. Si effettuerà un excursus partendo dalla storia ricavata dalle ricerche archeologiche, si esamineranno le attuali problematiche e si proveranno a definire le possibile prospettive future.


Margherita Ferri e Cecilia Moine, archeologhe, racconteranno delle recenti ricerche archeologiche e storiche sull'isola, delle quali si sono occupate in prima persona, dimostrando come scorrendo il passato e soprattutto la relazione tra i vari spazi, i suoi abitanti, gli edifici che hanno occupato ed i loro oggetti quotidiani, dal basso medioevo ad oggi, si è in grado di comprendere il significato di San Giacomo in Paludo nel corso dei diversi momenti storici. In particolare, attraverso specifiche tipologie di dati quali ceramica, resti umani, fauna e fonti storiche, è stato possibile conoscere i luoghi occupati nelle varie aree e ipotizzare le comunità che vi hanno abitato.


Quindi, se queste ricerche hanno dimostrato come questo sito sia sempre stato uno specchio del rapporto tra Venezia e la sua laguna, ci si chiede qual'è ora la situazione e soprattutto quali potranno essere, domani, le sue sorti. 


Proverà a rispondere a questi quesiti Dario Vianello, membro dell’Associazione Ambientalista VAS — Verdi Ambiente e Società — che da anni ha gestito l'isola e che nel 1999 aveva ottenuto la concessione Demaniale con un progetto di restauro conservativo tendente a restituire l’isola alla comunità veneziana per un utilizzo condiviso e partecipato, sottraendola a un destino privato e di sfruttamento turistico, recuperando così il luogo abbandonato da decenni.


Un’isola per Venezia un impegno per l’ambiente”: è lo slogan che ha accompagnato l'avventura dell'Associazione VAS che, nonostante gli anni difficili e lo stallo causato dalla crisi economica, ha portato grandi soddisfazioni e una calorosa risposta dai cittadini, accorsi a visitare l’isola nelle varie occasioni in cui è stato possibile. Purtroppo una sentenza del Consiglio di Stato del febbraio 2015 ha di fatto annullato la sentenza del TAR del Veneto che assegnava la concessione, fino al 2020, dell’Isola di San Giacomo in Paludo all’Associazione VAS e con essa si sono affievolite le speranze di rinascita del sito. 


L'evento, ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, sarà registrato da Venipedia® TV e disponibile successivamente nel canale del Comitato Venezia.

Leggi anche