Venipedia®

Evento culturale
Gio 25/03/2021
Biblioteca Nazionale Marciana
Ingresso gratuito

La Biblioteca Nazionale Marciana, in collaborazione con il Comitato di Venezia della Società Dante Alighieri, in occasione del Dantedì propone giovedì 25 marzo 2021, alle ore 16.00 nelle sue Sale Monumentali, la presentazione del volume di Marco Santagata Le donne di Dante (Il Mulino).

Saluto di Stefano Campagnolo, Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana

Saluto di Rosella Mamoli Zorzi, Presidente del Comitato di Venezia della Società Dante Alighieri

Coordina Silvana Tamiozzo (Università Ca' Foscari di Venezia)

Presenteranno il volume Serena Fornasiero, Tiziano Zanato, Biagio Forino (editor responsabile della casa editrice Il Mulino), Michela Luce, Susy Marcon (Biblioteca Nazionale Marciana).

La conferenza sarà trasmessa sul canale YouTube della Biblioteca, con possibilità di interagire tramite chat, al link:

https://www.youtube.com/channel/UCesk4_I8FuO08GpqmnYJINg

Il volume, con ampio corredo iconografico, introduce al grande poeta fiorentino attraverso le donne che egli ha conosciuto di persona o di cui ha sentito parlare, e che ne hanno accompagnato l'intero cammino. Molte le figure femminili: donne di famiglia, dalla madre Bella alla moglie Gemma Donati e alla figlia Antonia, che si farà monaca col nome di Beatrice; donne amate, prima fra tutte il suo amore giovanile, la Bice Portinari trasfigurata nella Beatrice della Vita Nova e del Convivio, e poi angelicata nel Paradiso; infine le dame e le gentildonne del tempo, come Francesca da Rimini e Pia de' Tolomei, che pure trovano voce nelle cantiche della Divina Commedia.

Marco Santagata (1947-2020), è stato professore ordinario di Letteratura italiana e ha insegnato all'Università di Pisa e in altre università italiane e straniere (visiting professor alla Sorbona, a Ginevra, a Città del Messico e a Harvard). Come italianista è stato fra i massimi esperti di lirica classica italiana e di Petrarca: oltre alla cura dei due volumi delle Opere italiane e del Canzoniere per i Meridiani Mondadori nel 1996, ricordiamo: Dal sonetto al Canzoniere (Liviana 1979), Per moderne carte (il Mulino 1990), I frammenti dell'anima. Storia e racconto del Canzoniere (il Mulino 1992), L'amoroso pensiero. Petrarca e il romanzo di Laura (Mondadori 2014). A Boccaccio ha dedicato nel 2019 i volumi Boccaccio indiscreto e Il mito di Fiammetta (il Mulino) e Boccaccio. Fragilità di un genio (Mondadori). È stato il curatore delle opere di Dante nell'edizione dei Meridiani Mondadori ed è l'autore della biografia Dante. Il romanzo della sua vita (Mondadori 2012). Come scrittore ha vinto nel 2003 il Premio Campiello con Il Maestro dei santi pallidi e nel 2006 il Premio Stresa con L'amore in sé (entrambi pubblicati da Guanda).

Serena Fornasiero ha insegnato Storia della Lingua italiana e Stilistica e metrica all’Università Ca’ Foscari di Venezia. A partire da una formazione di taglio storico-linguistico e filologico, si è occupata di critica del testo (tradizione manoscritta e a stampa, edizione e commento di testi antichi), degli aspetti strutturali dell'opera letteraria (metrica, rapporti fra testo e macrotesto), dell'utilizzazione delle auctoritates (ricezione delle fonti, allusività, intertestualità), di aspetti trasversali della lirica occidentale (la codificazione e l'uso del senhal nella lirica volgare dei primi secoli). Ha pubblicato saggi e monografie riguardanti soprattutto la poesia dei primi secoli, Petrarca e i canzonieri lirici del Quattrocento.

Tiziano Zanato è professore ordinario di Letteratura italiana presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Le sue ricerche, stimolate da interessi di natura filologica, storico-critica e di interpretazione testuale, spaziano dalla letteratura trecentesca a quella del secolo scorso, con particolare riguardo agli autori e ai testi quattro-cinquecenteschi (Lorenzo de' Medici, Poliziano, Boiardo, Bembo, Guicciardini). Sulla fortuna del Canzoniere di Petrarca nel secolo XV ha coordinato, assieme ad Andrea Comboni dell'Università di Trento, un gruppo di ricerca per la realizzazione di un Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento, pubblicato nel 2017 dall’editore Sismel di Firenze.

Michela Luce, gallerista, giornalista e critica d'arte, si è laureata in Lettere con indirizzo artistico all'Università Cà Foscari con una tesi sui Preraffaelliti e Burne-Jones. È autrice di un volume di prossima pubblicazione Burne-Jones & Venezia. Un viaggio nella Bellezza, per i tipi di Supernova.

Leggi anche