Venipedia®

Evento culturale
Ven 17/05/2019
Biblioteca Nazionale Marciana
Ingresso gratuito
Inserito da Biblioteca Nazionale Marciana

Nell’ambito dell’iniziativa ministeriale “Il Maggio dei Libri” la Biblioteca Nazionale Marciana venerdì 17 maggio  2019, alle ore 17, propone la presentazione del volume di Giusy Moretti e Ivo Prandin, La forza della fragilità. Vite incrociate fra Arte e Industria. Da Murano all'Europa, la storia di Ulderico Moretti raccontata dalla figlia,  Prefazioni di Alberto Toso Fei e Rosa Barovier Mentasti, Venezia, casa Editrice lo squero, 2018.

Saluto di Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Relatori: Vittorio Pierobon, giornalista; Davide Livieri, editore. Saranno presenti gli autori.

Voce recitante: Graziella Carraro. La pianista Rosaria De Filippis eseguirà musiche di sua composizione.

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili: Piazzetta San Marco 13/a, Venezia (Libreria Sansoviniana, sede storica della Biblioteca).

“Dalla collaborazione fra Giusy Moretti e lo scrittore Ivo Prandin, dopo oltre un anno di preparazione, viene pubblicato questo libro, una storia di vite incrociate che passa attraverso il calore dei forni; a volte il fuoco aiuta a morire e rinascere prima, a una nuova vita. A volte le nostre radici possono essere fatte di vetro; possono essere opache o iridescenti, sottili come capelli o della stessa consistenza del tronco; possono essere lisce o taglienti, ruvide o contorte; perfino bizzarre e imprevedibili nella direzione che prenderanno." Alberto Toso Fei

"Personalità vivace, dotata di una istintiva sensibilità per quanto è artisticamente interessante e soprattutto originale ... Giusy Moretti ha saputo esprimere nei suoi gioielli il profondo amore per una tecnica muranese, la murrina, che ha costituito la principale passione di un multiforme e geniale tecnico del vetro, Ulderico Moretti." Rosa Barovier Mentasti

"La purezza dell'opera e la sua soggettività espressiva viene, poi, esaltata dalla cornice preziosa e dal rinnovato ruolo estetico che Giusy Moretti le infonde, senza snaturarne la naturale bellezza, anzi evidenziandola ancor di più dimostrando, semmai ce ne fosse stato bisogno, che la perfezione tra forme e cromie suggerisce soluzioni esteticamente equilibrate." Chiara Squarcina "Con grande sensibilità di designer, che le proviene, evidentemente anche dalla tradizione della sua famiglia e che ha, quindi, radici molto profonde, Giusy ha disegnato e realizzato con le murrine dei Moretti una splendida e assolutamente inedita collezione di gioielli." Attilia Dorigato 

Ti potrebbe interessare anche... (beta)

Pubblicato: Martedì, 23 Aprile 2019 — Aggiornato: Martedì, 23 Aprile 2019