Venipedia®

Premio
Dom 15/01/2017
Gran Teatro La Fenice
Ingresso gratuito

Se non ricordi il nome, l'hai sicuramente sentito: da "Io che non vivo (senza te)" a numerose colonne sonore per pellicole dirette da Brian De Palma e altri illustri registi, fino alle attuali serie televisive.

Dopo Bebe Vio, premiata come Veneziano dell'Anno 2015 lo scorso gennaio, sarà Pino Donaggio a ricevere il testimone del prestigioso premio veneziano presso le Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice.

Ai meno giovani il nome può non ricordare nulla, ma è sicuramente nella memoria di ogni italiano—e non solo—l'aria della sua canzone più famosa Io che non vivo (senza te), anche solo per tramandata memoria orale del canticchiare di parenti e amici.

Pino Donaggio è in ogni caso un grande musicista e compositore – nato a Burano il 24 novembre 1941 –, con una preparazione musicale che inizia con studi classici al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia portandolo ad essere fra i primi violini alla corte dei Maestri Claudio Scimone e Claudio Abbado. La sua carriera continua con l'avvicinamento al rock'n'roll, che trasforma il suo percorso da musicista classico a cantautore di fama mondiale, tanto che Elvis Presley lo volle interpretare in You Don't Have To Say You Love Me, una versione in lingua inglese di Io che non vivo.

Ma Pino non si ferma qui: il suo percorso musicale lo porta anche alla composizione di colonne sonore, anche queste apprezzate a livello internazionale che gli darà l'opportunità di lavorare con nomi illustri della pellicola, sia nazionale che internazionale. Sue sono le colonne sonore di: Carrie, lo sguardo di Satana – Vestito per uccidere – Blow out – Omicidio a luci rosse – Raising Cain – Passion di Brian De Palma, Non ci resta che piangere di Massimo Troisi e Roberto Benigni, Monella di Tinto Brass, L'arcano incantatore di Pupi Avati, Piranha di Joe Dante, solo per citarne alcuni.

Il brano Sally and Jack, appartenente alla colonna sonora Blow Out, viene scelto anche dal regista – nonché cultore e abile selezionatore di musiche per colonne sonore – Quentin Tarantino per il suo Grindhouse – A prova di morte.



Domenica 15 gennaio 2017, alle 10:30 presso le Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice, avverrà quindi la sua premiazione come Veneziano dell'Anno 2016 con la seguente motivazione:

Musicista conosciuto in tutto il mondo, affermato compositore di colonne sonore, autore di canzoni italiane tra le più diffuse di tutti i tempi e in tutti i continenti, artista brillante, illuminato da Venezia e dalla sua laguna che non ha mai voluto abbandonare.

Noi ci saremo, per portarti l'evento in diretta web tv sul nostro canale di Venipedia® TV.

L'entrata all'evento è tramite invito.

Leggi anche