Venipedia®

Evento culturale
da Sab 24/05/2014 a Dom 02/11/2014
Palazzo Cini

L’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini compie 60 anni. Riaprono al pubblico, per quasi sei mesi, le sale espositive di Palazzo Cini: in mostra i capolavori senza tempo, toscani e ferraresi, della collezione di Vittorio Cini.

L’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini, il cui obiettivo è di promuovere e sostenere la conoscenza, la ricerca, la comunicazione e la diffusione della storia dell’arte, in particolare l’arte veneta, quest'anno festeggia sessant'anni. Questa istituzione contribuisce non solo alla conservazione e all'incremento delle dotazioni di biblioteca e fototeca ma promuove la ricerca a tutto tondo, coordina giornate di studio e mostre d’arte antica e moderna, salvaguardia opere d'arte di particolare pregio soprattutto disegni, dipinti, miniature e libri antichi, custodisce fondi storici di importanti studiosi di arte veneta e sostiene la pubblicazione di volumi, riviste e saggi legate al tema artistico. 

La Fondazione Cini decide di riconoscere l'importanza di questo istituto aprendo ai visitatori le porte delle sale ospositive di Palazzo Cini. Dal 24 maggio al 2 novembre 2014, grazie al sostegno di Assicurazioni Generali, il pubblico potrà immergersi nella fantastica collezione di dipinti toscani e ferraresi. Nella Galleria, sono state apportate delle migliorie all'illuminazione e alla conservazione dei dipinti, realizzando un percorso espositivo ancora più agevole e rispettoso del valore di intimità dell'antica dimora; l'occasione è risultata congeniale anche per dare impulso alla ricerca, avviando una nuova campagna di studio dei dipinti e degli oggetti, coinvolgendo studiosi di arte antica di nuova generazione.

Per la riapertura della Galleria di Palazzo Cini, sarà in mostra un “ospiteillustre: il capolavoro di Agnolo Bronzino Ritratto di giovane con liuto proveniente dalla Galleria degli Uffizi di Firenze, che ritrae il poeta e musicista Giovanni Battista Strozzi.

Palazzo Cini, meravigliosa casa-museo un tempo abitazione di Vittorio Cini e da trent'anni donato alla Fondazione, rientra tra le Gallerie d'Arte veneziane come le Gallerie dell'Accademia, la Collezione Peggy Guggenheim e Punta della Dogana. Al suo interno, nelle sale del primo piano nobile, arredate in modo originale e secondo il gusto personale del grande collezionista, sono custoditi mobili e oggetti singolari, oltre ad opere d'arte di particolare bellezza di Giotto, Guariento, Botticelli, Filippo Lippi, Piero di Cosimo e Dosso Dossi e molti altri.

L'anteprima stampa è prevista per il giorno 22 maggio 2014, dalle ore 11:00 alle ore 13:00, a Palazzo Cini.

Leggi anche