Venipedia®

Esposizione
da Ven 24/04/2020 a Lun 30/11/2020
Biblioteca Nazionale Marciana
Ingresso gratuito
Ricevi un contenuto di Venipedia, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Scopri di più | Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Il 23 aprile 2020, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, la Biblioteca Nazionale Marciana avrebbe inaugurato la mostra dell’artista veneziana Federica Marangoni “Memory: the Light of Time”, curata da Roberta Semeraro.

L'evento, rinviato al prossimo autunno, prevede l'allestimento delle opere site-specific nella grande sala lettura, per dare nuove sembianze alla storica architettura del Sansovino. Nel cuore di Venezia, di fronte a Palazzo Ducale, la Marciana si sarebbe illuminata di luci al neon, di immagini digitali in movimento, per una artistica contaminazione tecnologica. La Biblioteca, tempio della memoria, immaginata come luogo privilegiato di dialogo con le molteplici e mutevoli forme della materia, operate dall’artista.

C’è qualcosa di più potente ancora della memoria stessa ed è la volontà di ricordare. La memoria è come una luce che può essere accesa o rimanere spenta, a seconda degli individui. Così i libri, possono essere letti o rimanere ad impolverarsi per anni, arredando le librerie nelle case o conservati nelle biblioteche. Ed è la volontà di ricordare come capacità di autodeterminazione degli individui, che dev’essere alimentata. Federica Marangoni, è un esempio di questa splendida forza di volontà.”

L'intervento artistico è stato promosso da Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana, e rientra nelle politiche di valorizzazione dei luoghi di conservazione del patrimonio librario, ponendosi come omaggio a Venezia, città di grande tradizione culturale, libertà e democrazia.

 

Leggi anche