Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Tre appuntamenti con l'arte veneziana a Tokyo, Osaka e Pechino: in mostra i maggiori pittori che hanno operato a Venezia tra il Quattrocento e il Settecento. 

Due esposizioni artistiche in tre importanti musei asiatici — National Art Centre di Tokyo, National Museum of Art di Osaka e National Museum of China a Pechino — raccontano la città lagunare attraverso i pennelli dei suoi più abili artisti vissuti tra il XV e XVIII secolo, a conferma della grandiosità della pittura veneziana dell'epoca.

Momenti culturali di rilevanza internazionale che riflettono come la passione per Venezia vada oltre ogni confine.

Venetian Renaissance. Paintings from the Gallerie dell’Accademia

Dal 13 luglio al 10 ottobre 2016, National Art Center di Tokyo

Dal 22 ottobre 2016 al 15 gennaio 2017, National Museum of Art di Osaka

La più imponente mostra sull’arte veneziana mai ammirata in Giappone, che rientra tra le numerose iniziative organizzate per celebrare il Centocinquantesimo anniversario del Trattato di Amicizia e di Commercio siglato nel 1866 da Giappone e Italia. Sono più di 50 le opere esposte (tutte tranne tre provenienti dalle Gallerie dell’Accademia) appartenenti alla grande scuola del rinascimento veneziano, realizzate tra il 1450 e il 1630. Il pubblico giapponese avrà a disposizione una selezione di opere realizzate dalla sapienti mani di artisti quali Giovanni Bellini, Jacopo Tintoretto, Vittore Carpaccio, Jacopo dal Ponte detto Bassano, Tiziano Vecellio, Bonifacio e Paolo Veronese, Jacopo Palma il Giovane e molti altri. La mostra è frutto della collaborazione tra i Musei giappponesi e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Polo Museale del Veneto, le Gallerie dell'Accademia e l'Università Ca' Foscari.

Comunicato stampa ufficiale della mostra "Venetian Renaissance"

Venice and the Venetian School - Gloria di luce e colore

​Da 24 marzo al 20 ottobre 2016, National Museum of China

I quattro fiorenti secoli della Repubblica Serenissima vengono ampiamente consolidati dal genio artistico di pittori del calibro di Giovanni Bellini, Carpaccio, Giorgione, Tiziano, Veronese e Tintoretto, e ancora, Pietro Longhi e Giambattista Tiepolo, Canaletto, Francesco Guardi e i grandi vedutisti. 77 capolavori indiscussi ripercorrono i principali filoni di sviluppo dell’arte veneziana e dei suoi valori di luce e colore: la realtà dell'uomo in armonia con la natura quali elementi caratteristici del Quattrocento, il colore 'tonale' e quell’intima introspezione psicologica tipici del Cinquecento e un continuo ricercare fino ad arrivare alla specialità tutta veneziana della 'veduta' settecentesca, che ha contribuito a fissare per sempre il “mito di Venezia”. La mostra è frutto della collaborazione tra il Museo Nazionale della Cina e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Comune di Venezia e la Fondazione Musei Civici veneziani.

Comunicato stampa ufficiale della mostra "Gloria di luce e colore"

Ti potrebbe interessare anche... (beta)

Pubblicato: Domenica, 17 Luglio 2016 — Aggiornato: Lunedì, 18 Luglio 2016

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.