Venipedia®

Evento naturalistico
Dom 10/08/2014
Riserva Naturale Ca' Roman

A caccia di stelle cadenti, domenica 10 agosto nella Riserva Naturale Ca' Roman, in compagnia di esperti astrofili. Un'occasione da non perdere per conoscere questo luogo incontaminato ed esprimere un desiderio speciale...

Quale miglior momento per visitare la Riserva Naturale Ca' Roman, se non durante la magica notte di San Lorenzo?

L'iniziativa, promossa dalla Lega italiana protezione uccelli - LIPU in collaborazione con il Comune di Venezia - Assessorato all’Ambiente e la Provincia di Venezia, permette di vivere la riserva naturale di notte e di lasciarsi emozionare dalle meraviglie del cielo, spiegate dagli esperti astrofii del Circolo 'G. Ruggieri' di Marghera. L'evento è gratuito e aperto a tutti, grandi e piccini; gradita la prenotazione (telefono: 340 6192175 oppure e-mail: oasi.caroman@lipu.it).

Questo il programma della serata (in caso di acquazzone, l'evento sarà annullato):

  • alle ore 20:30 visita guidata della Riserva, tenuta dai volontari LIPU, per scoprire gli uccelli notturni che popolano il luogo attraverso il loro canto (ad esempio, il raro succiacapre caratteristico per il suo canto metallico); 
  • dalle ore 22.00, naso verso l'alto e osservazione guidata del cielo da parte degli astrofili del Circolo 'G.Ruggieri' che tratteranno gli argomenti "La Luna, Galileo e Newton", "Marte e Saturno" e "Le costellazioni estive". Insieme, si attenderà l'inizio del fenomeno delle stelle cadenti (Perseiadi). 

Gli organizzatori consigliano di munirsi di torcia e di asciugamano da spiaggia per godere comodamente dell'esperienza. Ricordano, inoltre, di portare con sé acqua, scarpe comode, impermeabile in caso di previsioni meteo incerte e repellente per zanzare.

Cà Roman, legata a Pellestrina dalla diga artificiale dei "murazzi", rappresenta il lembo meridionale dei lidi che, da Cavallino a Chioggia, dividono la laguna di Venezia dal mare. Nonostante le sue ridotte dimensioni, questa riserva naturale ha una straordinaria ricchezza faunistica: è posizionata in una delle più importanti rotte migratorie nazionali e moltissime specie di volatili (190 censite complessivamente sino al 2012) la utilizzano in autunno e primavera come punto di ristoro e di riposo prima di riprendere il viaggio.

Leggi anche