Venipedia®

Evento culturale
da Ven 13/03/2015 a Mar 24/03/2015
Sedi varie

Una rappresentazione teatrale in forma di dialogo nella quale sette donne veneziane appartenenti a sette differenti situazioni sociali discutono sulla condizione della donna e sui rapporti con l'uomo. Due gli appuntamenti, uno a Venezia e prossimamente uno in terraferma. 

Il Comitato Venezia, in collaborazione con l'Associazione Moderata Fonte, arricchisce la propria proposta culturale Storia e società nel territorio veneto presentando due appuntamenti a carattere teatrale durante i quali si potrà entrare nel vivo de Il merito delle donne, nell’adattamento teatrale di Daria Martelli, nell’allestimento della Compagnia delle Smirne e con la regia di Renata Cibin


Venerdì 13 marzo 2015, alle ore 18:00 nella Sala San Leonardo Venezia e martedì 24 marzo 2015, alle ore 21:00 nell'Oratorio S. Maria Assunta in Via Rossignago a Spinea sarà messa in scena l'opera senza tempo di Moderata Fonte, poetessa e letterata veneziana (1555 - 1592), riscoperta nel nostro tempo dopo quattro secoli di oblio e considerata una delle prime propositrici dell'emancipazione femminile. Il trattato, riportato alla luce nel suo valore letterario e storico solo negli anni settanta del Novecento, è apparso sorprendentemente attuale, attirando per questo l’attenzione e la curiosità del pubblico femminile e non solo. 


Il merito delle donne è un dialogo che si svolge in due giornate tra sette donne veneziane unite "da cara e discreta amicizia", le quali s'incontrano nella "casa bellissima" con un "giardino bellissimo" di una di loro, e discutono sulla condizione della donna e sui rapporti con l'uomo. Le componenti del gruppo rappresentano le situazioni femminili più tipiche: vi compaiono infatti la sposa novella, la sposa giovane, la maritata da tempo, la vedova, la madre attempata insieme con la figliola, l'intellettuale nubile. L'opportunità di poter conversare "senza haver rispetto di uomini che le notassero o le impedissero" consente alle amiche un esame dei rapporti fra i sessi condotto in assoluta libertà.


Lo spettacolo rappresenta anche una finestra sulla Venezia del Cinquecento, sulla sua cultura e sulla sua vita quotidiana, osservate in un’insolita ottica femminile.


L'evento, ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, sarà registrato da Venipedia® TV e disponibile successivamente nel canale del Comitato Venezia.

Leggi anche