Venipedia®

Evento culturale
da Sab 24/09/2016 a Dom 25/09/2016
Sedi varie

"Il valore dell’eredità culturale per la società" è il tema dell'edizione 2016 delle giornate dedicate al patrimonio culturale per riaffermare, presso l'opinione pubblica, il suo ruolo centrale nelle dinamiche sociali italiane.

Le Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea, hanno l'obiettivo di avvicinare i visitatori ai luoghi della cultura e potenziare il dialogo e lo scambio nel settore culturale tra i Paesi europei. Tali iniziative si svolgeranno in tutto il Veneto e in tutta Italia nelle giornate del 24 e 25 settembre 2016 e vede l'adesione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L’edizione 2016 sarà dedicata al tema della partecipazione al patrimonio nella direzione tracciata sin dal 2005 dalla Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società, nota come Convenzione di Faro. In particolare, l’art. 2 della convenzione, stabilisce che:

  • L’eredità culturale è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi;
  • Una comunità di eredità è costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale, e che desidera, nel quadro di un’azione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future.

Nel nostro territorio sono 14 gli eventi organizzati a Venezia e nelle isole — tra visite guidate e conferenze — per un totale di 17 proposte nella provincia veneziana (si segnala che la passeggiata Dopo le fabbriche: passeggiata nei luoghi della riconversione industriale alla Giudecca Venezia, luoghi della Venezia industriale ha esaurito i posti disponibili). Salvo diversamente specificato, tutte le attività richiedono la prenotazione obbligatoria e alcune il pagamento di un biglietto. Si consiglia, pertanto, di contattare gli organizzatori per conoscere la disponibilità di posti.

Leggi anche