Venipedia®

Evento culturale
Gio 04/11/2021
Biblioteca Nazionale Marciana
Ingresso gratuito

La Biblioteca Nazionale Marciana organizza giovedì 4 novembre 2021, alle ore 16.00 nelle sue Sale Monumentali, la presentazione del progetto di catalogazione e digitalizzazione dell’archivio dell’Opera dei Libri ai Soldati (1915-1920), seguita da un intervento della storica Bruna Bianchi sulla mobilitazione civile a Venezia durante la Grande Guerra.

Saluto del Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana

Intervengono: Orsola Braides e Carlo Campana (Biblioteca Nazionale Marciana), Bruna Bianchi (Storica)

 

La conferenza sarà trasmessa sul canale Youtube della Biblioteca, con possibilità di interagire tramite chat, al link:

 https://www.youtube.com/channel/UCesk4_I8FuO08GpqmnYJINg

Sarà possibile accedere in presenza, esclusivamente su prenotazione, fino ad un massimo di 50 persone. Per la prenotazione:

https://bibliotecanazionalemarciana.cultura.gov.it/eventi-e-mostre/visite-guidate?evento=5298

Per accedere alle Sale Monumentali è necessario esibire Green Pass Europeo (https://www.dgc.gov.it/web/).

 

Nelle Sale è obbligatorio l’uso delle mascherine.

 

Il progetto nazionale 14-18 Documenti e immagini della Grande Guerra (www.14-18.it), coordinato dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e finanziato dal Ministero della Cultura, ha l’obiettivo di creare un grande archivio di immagini di particolare interesse storico, documentario e artistico sulla Prima Guerra Mondiale. A dicembre 2020 si contavano nel portale 118 istituti coinvolti tra archivi di Stato, privati, militari e universitari, biblioteche statali, civiche, universitarie e musei.

La Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia contribuisce al progetto con la documentazione relativa all’Opera dei Libri ai Soldati, che testimonia l'attività svolta dell'allora direttore della Marciana, Giulio Coggiola (1878-1919), e dalla vicedirettrice Ester Pastorello (1884-1871) per organizzare la raccolta e la distribuzione di libri e riviste presso gli Ospedali da campo, più vicini alle linee del fronte di guerra, come presso i convalescenziari nelle retrovie.

Giulio Coggiola, direttore della Biblioteca dal 1913 al 1919, con lettera del 10 maggio 1915 propose al Ministero della Pubblica Istruzione l’attivazione di un’iniziativa di raccolta e distribuzione di libri e riviste in favore dei soldati feriti e ricoverati negli ospedali di guerra. Il 19 maggio 1915, ancor prima dello scoppio delle ostilità, venne costituito a Venezia il Comitato per l’opera dei libri ai soldati feriti, presieduto da Pompeo Molmenti e composto da personalità della cultura e della società civile cittadine.

La Biblioteca Nazionale Marciana conserva l’archivio dell’Opera dei Libri ai Soldati, contenente la corrispondenza con il Ministero della Pubblica Istruzione, e con biblioteche, enti e comitati, con gli Ospedali di Guerra destinatari dei libri, con editori e donatori e inoltre una ricca rassegna stampa relativa all’iniziativa dell’Opera.

Bruna Bianchi ha insegnato Storia del pensiero politico contemporaneo e Storia delle donne e questioni di genere all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il tema principale dei suoi studi è la Grande Guerra, con particolare attenzione alla condizione giovanile e femminile, alle nevrosi belliche, alla violenza sui civili, al pensiero e all’attività pacifista. Dal 2004 dirige la rivista telematica DEP. Deportate, esuli, profughe.

Orsola Braides è funzionario bibliotecario, coordina il Dipartimento Biblioteca Digitale e Materiali Speciali della Biblioteca Nazionale Marciana.

Carlo Campana è funzionario bibliotecario in quiescenza della Biblioteca Nazionale Marciana

 

Per qualsiasi informazione si prega di scrivere a [email protected]

Leggi anche