Venipedia®

Dedicato agli ecosistemi montani, polari, costali, oceanici e il conseguente impatto dei cambiamenti sulla vita umana, il report dovrebbe essere lanciato il 25 settembre 2019.

A pochi mesi di distanza dai precedenti report, l'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), ovvero la Commissione delle Nazioni Unite creata per monitorare e relazionare sui cambiamenti climatici, sta per rilasciare un nuovo rapporto chiamato Special Report on the Ocean and Cryosphere in a Changing Climate (Rapporto Speciale sull'Oceano e la Criosfera nel Cambiamento Climatico) che fa parte del Sixth Assessment Cycle.

Il nuovo documento valuta i processi fisici e gli impatti del cambiamento climatico negli ecosistemi montani, polari, costali, oceanici e quanto questo impatterà (e sta già impattando) sulle comunità umane, oltre a valutare le opzioni per le persone di adattarsi ai cambiamenti climatici per un futuro più sostenibile.

La parola criosfera — dal greco kryos, che significa freddo o ghiaccio, e compressione di crio- e (atmo)sferadescrive la parte dell'ambiente terrestre costituita da zone a temperatura permanentemente bassa (Dizionario delle Scienze Fisiche — Treccani), e cioè da zone permanentemente innevate e ghiacciate nel sistema Terra. Include neve, ghiacciai, calotte glaciali e banchi di ghiaccio, iceberg e ghiaccio marino, ghiaccio su laghi e fiumi nonché permafrost e terreno ghiacciato stagionale.

Per produrre i propri report, l'IPCC mobilita e coinvolge centinaia di scienziati in tutto il mondo, provenienti da varie specializzazioni, che seguono una rigorosa procedura di verifica e approvazione.

La conferenza stampa di presentazione del nuovo report si svolgerà il 25 settembre 2019, alle ore 11:00, presso il Museo Oceanografico di Monaco (tutte le informazioni utili per la stampa per partecipare all'evento sono disponibili sul comunicato stampa ufficiale dell'IPCC).

In precedenza, l'IPCC ha rilasciato lo Special Report on Global Warming of 1.5°C (Ottobre 2018), il Methodology Report 2019 Refinement to the 2006 IPCC Guidelines for National Greenhouse Gas Inventories (Maggio 2019) e lo Special Report on Climate Change and Land (Agosto 2019).

(mt)

Leggi anche