Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Con oggi vede la luce ufficialmente uno dei nostri progetti visivi: l'Archivio Fotografico Storico. Un prezioso patrimonio per scoprire quanto la nostra amata città sia cambiata nel tempo e quanto sia rimasta sempre la stessa. Un viaggio nelle tradizioni, nella moda, nelle usanze di un tempo. Un percorso che è solo all'inizio, ma già è fonte di autentiche emozioni e suggestioni.

Insieme alle foto con cui corrediamo ogni contenuto pubblicato qui, in Venipedia, con l'Archivio Fotografico Storico proseguiamo il nostro percorso visivo.

L'Archivio Fotografico Storico è un prezioso patrimonio di memoria visiva con cui è paradossale scoprire quanto la città sia cambiata nel tempo, e quanto al tempo stesso sia rimasta immutata, sempre uguale, sempre fedele a se stessa, sempre affascinante, anche con qualche ruga che ne segna l'età millenaria.

E' bello (ri)scoprire mestieri che oggi non sono più diffusi, come le impiraresse che con arte e maestria infilavano le perle di vetro in collane e altre composizioni, di cui oggi abbiamo ancora delle testimonianze vive attraverso la realizzazione dei fiori di vetro, spesso portate avanti dalle proprie nonne o dalle proprie zie, in casa.

E' bello ricordare e scoprire come un tempo l'acqua era ancor più legata ai Veneziani, poiché era luogo di gioco e di lavoro, molto più dei giorni moderni.

E' interessante vedere come Venezia sembri quasi disabitata, se confrontata con la moltitudine di persone che ogni giorno si avvicendano nella visita della città, nel pendolarismo lavorativo quotidiano, e nella normale attività lavorativa locale. Da questo punto di vista sembra davvero un'altra città, tranne per chi ha vissuto anche i periodi più tranquilli della città, che li ricorderà forse con una punta di nostalgia.

Quella che vedete è l'esposizione di una selezione di fotografie che più ci ha colpito, che nel tempo saranno accompagnate da altre testimonianze scelte con cura.

Nell'Archivio compare anche il famoso falso storico del crollo del paròn de casa - il Campanile di San Marco - dove si sperimentano i primi ritocchi fotografici, quando ancora il fotoritocco digitale non era nemmeno lontanamente immaginabile, tranne, forse, che nelle menti più visionarie.

Buona visione, godetevi lo spettacolo!

Ti potrebbe interessare anche... (beta)

Pubblicato: Venerdì, 23 Novembre 2012 — Aggiornato: Venerdì, 23 Novembre 2012

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.