Venipedia®

Conferenza
da Gio 31/03/2016 a Sab 02/04/2016
Sedi varie
Ingresso gratuito

4 mezze giornate di studio per conoscere meglio la figura di Andrea Schiavone, la cui opera è in mostra fino al 10 aprile 2016 al Museo Correr.

Andrea Meldola (1515 ca. – 1563), detto Schiavone per essere nato in Dalmazia, ebbe il merito di inventare un nuovo stile pittorico rinascimentale veneziano che vide molti ammiratori tra i suoi colleghi, in particolare Tintoretto, Carracci e El Greco; per essere uno dei protagonisti della pittura veneziana del Cinquecento, non ha ricevuto dalla critica moderna le stesse attenzioni riservate ad altri artisti della sua epoca. Nato a Zara agli inizi del Cinquecento, lo Schiavone si trasferì ancora giovane a Venezia lasciando testimonianze rilevanti della propria opera in chiese e sedi pubbliche. Fu probabilmente il più brillante incisore della Venezia del suo tempo.

In concomitanza con la mostra Splendori del Rinascimento a Venezia. Andrea Schiavone tra Parmigianino, Tintoretto e Tiziano, la Biblioteca Nazionale Marciana e l'Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini organizzano un convegno Internazionale allo scopo di promuovere la conoscenza della pittura veneta del Cinquecento e la figura del pittore e incisore Andrea Schiavone. Il pomeriggio del 31 marzo e la mattina del 2 aprile 2016 gli incontri si svolgeranno nella Libreria Sansoviniana della Biblioteca Nazionale Marciana, che custodisce cinque capolavori pittorici dell’artista mentre durante l'intera giornata del primo aprile 2016 sarà l’ex convento di San Giorgio Maggiore, sede della Fondazione Giorgio Cini, ad ospitare l'evento.

Durante le tre giornate di studio, per un totale di 4 mezze giornate, sarà indagata la personalità dell'artista, zaratino di nascita e veneziano di adozione, toccando tutte le sfaccettature del suo lavoro, in relazione al quadro artistico e culturale del suo tempo. A questo convegno, parteciperanno studiosi provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti.

Saranno riconsiderati e approfonditi alcuni aspetti tuttora incerti della biografia e dell’attività dell'autore, dalla pittura all'incisione al disegno. Specialisti della materia si confronteranno su questioni attributive, tecniche, diagnostiche, iconografiche, nonché relative alla fortuna di Schiavone nella letteratura artistica e nel collezionismo; si affronteranno temi riguardanti connoisseurship – la pratica tradizionale di attribuire opere d’arte a identità artistiche ben definite sulla scorta di un’analisi comparativa di elementi stilistici e formali – e ricezione delle opere in Italia e nella patria d'origine.

Leggi anche