Venipedia®

Aveva 77 anni (era nato nel 1462).

Quel giorno nevicava e la cerimonia per l’inaugurazione fu rimandata al giorno dopo.

Studiò filosofia a Padova  e aprì uno studio di avvocato a Venezia, si mise nel commercio marittimo con l’Oriente, fece esperienze come podestà in terraferma, comandò la flotta in Puglia, combattè in Romagna, a Faenza, nell’anno della Lega di Cambrai (1509) e venne fatto prigioniero. Rimase in carcere per tre anni.

Tornato libero ricevette altri incarichi e fu più volte ambasciatore.

Il 16 febbraio 1534 m.v. fu eletto alla carica più prestigiosa dopo quella del doge, cioè quella di procuratore di S. Marco de supra e in tale veste collaborò con il doge Andrea Gritti (1523-1538) di cui fu il successore.

Eletto doge, Pietro Lando impose la sua idea di purificare Venezia, tanto che persino l’Aretino smise i suoi panni e addirittura scrisse testi sacri, mentre prostitute e cortigiane incorsero nelle Leggi suntuarie che vietavano loro di indossare gioielli o portare abiti di seta.

Fu sepolto nella Chiesa di S. Antonino (Castello), chiesa che venne abbattuta nel 1807, durante la dominazione francese (1806-1814), per realizzare i Giardini di Castello. I resti del doge furono così perduti.

 

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Pietro Lando
Lo stemma del doge Pietro Lando

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche