Venipedia®

Detto Nasone.

Aveva 76 anni (era nato nel 1279) e suo zio era stato il doge Pietro (1289-1311).

Giurista di fama, dotato di prodigiosa memoria, uomo burbero e scorbutico, possedeva un cursus honorum di tutto rispetto essendo stato più volte ambasciatore, poi rettore, podestà e avogador di Comun.

Il conclave per la sua elezione fu brevissimo: i patrizi avevano fretta di ridare subito un nuovo doge alla Repubblica per spegnere lo scalpore suscitato dalla congiura (presunta) di Marin Falier e della sua esecuzione capitale.

Il dogado di Giovanni Gradenigo durò meno di un anno. Venne sepolto nella Chiesa dei Frari (S. Polo) in un sarcofago dorato in seguito distrutto.

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Giovanni Gradenigo.
Lo stemma del doge Giovanni Gradenigo

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche