Venipedia®

Era stato capitano generale da mar, bailo a Tiro, podestà a Bologna e Padova, conte di Ossero.

Durante il suo dogado ebbe fine il conflitto con Ancona (1281), che era esploso 10 anni prima, e la Repubblica assunse il ruolo di grande potenza durato fino alla morte di Maometto II il Conquistatore (1481).

Sotto Giovanni Dandolo si vararono modifiche drastiche riguardanti l’organizzazione della navigazione e del commercio e nuove regole per sostenere la particolare struttura costituzionale della città che si cristallizzò sino alla fine della Repubblica aristocratica (1297-1797).

Dopo la pace con Ancona, il doge rifiutò di aderire alle richieste di aiuto del papa Martino IV, che voleva scacciare Pietro III d’Aragona impossessatosi della Sicilia dopo i Vespri siciliani (30 marzo 1382), e si attirò l’interdetto (1284) poi ritirato da Onorio IV (dicembre 1285).

Il 31 ottobre 1284 fu coniato il primo ducato veneziano o Zecchino, moneta che diventò una tra le più ricercate nel Mediterraneo.

Nel 1286 Giovanni si oppose alla proposta di ridurre il numero di aderenti al M.C., limitandone l’accesso solo per via ereditaria e dare così alla Repubblica una forma oligarchica: la proposta fu ripresentata con successo nel 1297.

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Giovanni Dandolo.
Lo stemma del doge Giovanni Dandolo

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche