Venipedia®

Tempo di lettura: 1 minuto

Uno dei punti di riferimento per la cultura e lo spettacolo a Mestre.

Nonostante abbia origini antiche, questo teatro venne realmente apprezzato e valorizzato solo a partire dal primo decennio del 1900.

Il teatro arrivò a Mestre alla fine del Settecento, ad opera dei fratelli Balbi e dell’architetto veneziano Maccaruzzi. Finalmente Mestre, all’epoca luogo di villeggiatura, si arricchì di uno spazio culturale. Caduta la Repubblica e interrotto il turismo, l’attività si spense ed il teatro viene demolito. 

Un secondo tentativo venne effettuato nel 1840, con la costruzione del teatro Garibaldi. Nonostante la buona affluenza, l’edificio non fu ritenuto all’altezza della crescente cittadina e venne chiuso nel 1908. 

Finalmente, nel 1912 presero avvio i lavori per la costruzione del nuovo teatro, ad opera dei fratelli Toniolo. L’inaugurazione avvenne nel 1913, con una rappresentazione del Rigoletto di Giuseppe Verdi, di cui si celebrò il centenario della nascita. 

Con la diffusione del cinema, il teatro venne attrezzato per le proiezioni, e rimase in attività nel corso di tutto il Novecento, nonostante le difficoltà. 

In tempi recenti, ha subito interventi di riqualificazione e restauro, sia architettonico che artistico. Al termine dei lavori, il teatro Toniolo è stato riconsegnato alla cittadinanza nel 2007 e tutt’oggi rappresenta uno dei punto di riferimento per la cultura e lo spettacolo a Venezia.

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Lunedì, 17 Marzo 2014 — Aggiornato: Lunedì, 16 Aprile 2018

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.