Venipedia®

È stata la più grande fabbrica di orologi al mondo di inizio '900 nonché la più importante realtà produttiva dell'isola durante il periodo militare. Oggi è sede del teatro omonimo.

Dimmi di più:

Nel 1877, qui venne fondata la prima fabbrica italiana di orologi, rilevata nel 1899 dal tedesco Jughans. All’epoca, si trattava della più grande fabbrica di orologi al mondo, con una produzione che toccava, negli anni venti, i 1500 esemplari al giorno. 

Durante la seconda guerra mondiale, la fabbrica venne convertita ad uso militare: qui si producevano spolette militari. La fabbrica Junghans, dopo la chiusura dell’Arsenale, divenne la realtà produttiva più importante dell’isola: circa 650 addetti erano impiegati alla produzione di ordigni bellici. Le attività cessarono nel 1993, dopo essere stata acquistata da Montedison, pensata per pochissimo tempo anche come sede produttiva per la costruzione di alcune parti del Moro di Venezia, imbarcazione a vela che ha gareggiato per la Coppa America.

Dopo un lungo restauro, gli stabili della fabbrica Junghans vennero convertiti a nuovo uso. Oltre ad alcuni complessi residenziali, l’edificio ospita ora il teatro, che ha mantenuto il nome storico di Junghans. 

Galleria immagini

Panoramica sullo stabile. — (Archivio Venipedia/Bazzmann)

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Martedì, 18 Marzo 2014 — Aggiornato: Sabato, 07 Luglio 2018