Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 1 minuto

Probabilmente la radice di questo modo di dire deriva dall'orientamento in laguna nei momenti di nebbia fitta, che a Venezia si chiama całìgo, dove tale orientamento viene appunto a mancare e ci si trova persi e disorientati nella nebbia.

Da qui il modo di dire per indicare qualcuno che attraversa un periodo di disorientamento, spesso usato per i giovani innamorati, ma anche per indicare chi non ha propriamente i piedi per terra, è poco pratico ed è "perso". Viene anche usato per indicare chi è completamente assorto nei suoi pensieri, nei suoi problemi o comunque chi in quel momento risulta isolato dalla relazione sociale.

A volte viene rafforzato da indicazioni più precise, come "quarant'anni persi par el całìgo" che sottolinea una certa immaturità della persona.

La tradizione dice anche...

Pubblicato: Domenica, 17 Marzo 2013 — Aggiornato: Martedì, 02 Aprile 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.