Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Ampio campo che accoglie l'omonima chiesa di Santa Maria Formosa dedicata alla Vergine e l'originale Campanile di 40 metri.

Nel passato, in questo luogo, si celebrava, nel giorno della Purificazione di Maria Vergine, la festa de le Marie con la quale si ricordava la liberazione da parte di un gruppo di valorosi veneziani di dodici ragazze prigioniere dei pirati istriani. Da qualche anno, si rievoca l'evento a Piazza San Marco durante il Carnevale di Venezia.

Il campo di Santa Maria Formosa è uno dei più ampi di Venezia e si trova al confine tra i sestieri di San Marco e di Castello.

In passato è stato uno dei maggiori centri della zona orientale di Venezia, sia a livello civile per via della vicinanza a San Marco e quindi alla zona politica e amministrativa per eccellenza, sia a livello religioso per via dell’antica chiesa che dà il nome al campo.

Oltre alla chiesa si concentrano molti edifici di interesse differenti tra loro per evoluzione stilistica; tra i più rinomati figurano i tre Palazzi  Donà, palazzo Vitturi, palazzo Querini Stampalia (sede del famoso museo) e palazzo Grimani.

A fianco del numero civico 6126 si trova un edificio risalente alla seconda metà del Quattrocento, sulla cui facciata è presente una lapide commemorativa dedicata a Sebastiano Venier, generale da mar della flotta veneziana, eroe della battaglia di Lepanto del 1571 e sul finire della sua vita Doge (aveva la bellezza di ottantun anni quando fu eletto).

Una delle ricorrenze storiche riguardanti questo campo era la festa delle Marie o de le Marie de tole come venne rinominata nel 1349; questa festa popolare arrivò a protrarsi per più giorni durante l’anno grazie allo sfarzo e alla lussuria che le veniva conferita, tanto che prima venne istituita un’apposita magistratura ed in seguito nel 1380 vennero abolite tutte le celebrazioni ad eccezione della visita del Doge alla chiesa.

Altri luoghi da scoprire

Prima pubblicazione: Venerdì, 01 Giugno 2012 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 28 Marzo 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.