Venipedia®

Read time: 2 mins

Campo ricco di vivacità e spensieratezza, ricorda con piacere e nostalgia il 29 gennaio 1441: in occasione delle nozze tra due note personalità veneziane, questo luogo venne riempito da nobili festanti e felici per il lieto evento, accompagnati da cavalli al trotto giunti sul posto passando su un ponte di barche.

Il campo si trova in uno dei punti più animati di Venezia, nelle vicinanze di Campo S.Margherita, al centro si può ammirare una delle più grandi vere da pozzo di Venezia, risalente agli inizi del XVI secolo dove ci sono due bassorilievi raffiguranti San Barnaba e Sant'antonio da Padova.

Nel campo si trova anche la bellissima chiesa di San Barnaba e un sottoportico, che conduce all'Accademia, dove esisteva il "Casin dei Nobili". Se si guarda il soffitto del sottoportico, a ridosso del muro, si noterà un foro dal diametro di circa 7-8 cm: serviva al custode-portinaio per controllare gli avventori prima di aprire la porta.

La cronaca ricorda il campo per una festa che si svolse nella metà del XV secolo (1441) — come cita anche il Tassini — per festeggiare il matrimonio di Jacopo Foscari, figlio del doge Francesco Foscari, e Lucrezia Contarini. Nel mezzo del campo in onore degli sposi fu recitato un bellissimo sermone con tanti zentilomeni e puovolo che no se podeva andar in alcun luogo, mentre dopo il pranzo nuziale approdò sulle rive del campo il famoso Bucintoro trasportando 150 dame accompagnato da molti palischérmi (grosse imbarcazioni a remi) e dalle barche della contrada, per condurre la sposa a Palazzo Ducale dove fu imbandita una sontuosa cena e dove fo fatto festa fin a hore nove di notte.

Il Sabellico, invece, nel suo "Del sito di Vinegia" racconta: Indi per borghi piegati et alquanti ponti vassi di s. Barnaba alla chiesa, che è antichissima et ha un ampio campo.

Qui Steven Spielberg girò alcune scene per il suo Indiana Jones e l'ultima crociata. Famosa è la scena dove il protagonista, provenendo dai sotterranei della chiesa (ambientazione naturalmente di fantasia), sbuca da un tombino nel campo tra i tavolini del bar e tra la gente che stava tranquillamente consumando le proprie pietanze.

 

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Domenica, 13 Gennaio 2013 — Aggiornato: Domenica, 17 Dicembre 2017