Venipedia®

Suggestivo e raccolto campiello veneziano delimitato dalla presenza di due delle cinque sinagoghe, dette schole, presenti nel ghetto: la Spagnola e la Levantina.

Impossibile non passarci davanti accedendo da Fondamenta di Cannaregio e procedendo verso Campo del Ghetto Vecchio.

Il Campiello deve il suo nome alla presenza di sinagoghe, la Sefardita e la Levantina. La Comunità Ebraica di Venezia predilige infatti per le sinagoghe l'appellativo di schole, ossia scuole, termine in uso in tutta Europa sin dal medioevo.

Peculiarità di tutto il ghetto di Venezia, particolarmente spiccata proprio in questo campiello, è lo sviluppo verticale delle abitazioni private. La particolare conformazione urbanistica si deve ad un'imposizione del governo veneziano: con la crescita della comunità Ebraica, che diveniva sempre più numerosa, si rese indispensabile un ampliamento dell'area in cui potessero abitare gli "ospiti" della Serenissima. Data la struttura complessa di Venezia, l'unica via possibile era lo sviluppo verticale, ottenuto aggiungendo piani alle case esistenti ed abbassando i soffitti. 

La medesima urbanizzazione verticale si riscontra nei ghetti di altre città europee, tra i quali per esempio quello di Francoforte sul Meno. 

 

Galleria immagini

La facciata della Sinagoga Levantina vista dal campiello delle scuole.
Il portone d'ingresso in legno della Sinagoga Spagnola.

Micro Guide disponibili per questo luogo o argomento

Il Ghetto

2 ore circa€ 3,99

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Giovedì, 02 Maggio 2013 — Aggiornato: Mercoledì, 29 Agosto 2018