Venipedia®

Parco comunale, liberamente visitabile, caratterizzato da uno stile originale ed inusuale. 

Il profondo silenzio di cui si può godere è impagabile: viene disturbato solo dal cinguettio ininterrotto degli uccelli mentre l’occhio viene rapito dalle tonalità di verde e dalle costruzioni presenti al sui interno.

Situato in una zona tranquilla e defilata di Venezia, si raggiunge attraversando le case popolari a ridosso della chiesa di Sant’Alvise e le residenze affacciate alla laguna; sia a ovest che a est del parco il perimetro è delineato da alte mura in pietra. 

In quest’area sorgeva, già nel 1500, un palazzo che si affacciava sulla fondamenta di proprietà della famiglia Donà: era costituito anche da un'area verde adibita in parte a giardino e in parte a orto, che si estendeva fino alla laguna. Questa situazione restò tale fino all'Ottocento quando la residenza venne abbattuta e sostituita da alcune abitazioni e un magazzino, probabilmente di legname, la cui superficie copriva esattamente quella oggi coperta dal Teatrino Groggia.

La rinascita del luogo è sicuramente da attribuire al nuovo proprietario, Giuseppe Groggia, che acquistò l'area a fine Ottocento; si occupò di costruire il Teatrino, così come lo possiamo oggi vedere, e sistemare il parco, unendo la zona giardino con quella adibita ad orto, pensandolo con una forma quadrangolare. Quando sopraggiunse la morte del cavalier Groggia, gli immobili passarono all’omonima Fondazione e il tutto venne poi venduto ed acquistato dal Comune di Venezia nel 1975.

Nonostante la proprietà sia comunale, il giardino è pubblico e liberamente fruibile, in stile tipicamente romantico con colline, vialetti, alberi e rocce. Percorrendo il percorso lastricato, si superano due esemplari di Celtis australis fino a raggiungere il Teatrino di gusto neogotico che può contenere fino a 99 posti a sedere e, continuando il giro, si incontra una serra in stile liberty affiancata ad un elegante palazzetto. Nel centro del giardino, di 5.000 mq circa di fronte alla villa, si trovano delle rovine e una vera da pozzo, dignitosamente in sesto nonostante gli atti vandalici subiti nel corso del tempo.

Oggi l'area è sede del Centro Civico Comunale e della Ludoteca La Cicala e La Formica mentre nelle vicinanze è presente la Piscina Sant'Alvise, un moderno impianto sportivo che propone una vasta offerta di corsi di nuoto, fitness e wellness.

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Venerdì, 23 Ottobre 2015 — Aggiornato: Venerdì, 23 Ottobre 2015