Venipedia: much more than an encyclopedia of Venice. – The best guide of Venice.

Cosmopolita, affascinante, illuminata: Peggy Guggenheim ha dedicato la propria vita all'arte. Brillante collezionista e conoscitrice di arte ed artisti, ha dato vita ad una delle collezioni più importanti al mondo. Indissolubile il suo legame con Venezia, città che ha scelto come dimora definitiva per se stessa e per la sua incredibile collezione d'arte moderna. 

Nata nel 1898 a New York, Peggy è figlia di Benjamin Guggenheim, imprenditore minerario e di Florette Seligman, discendente di una famiglia di importanti banchieri.

Cresciuta a New York, Peggy viaggia in Europa insieme al primo marito Laurence Vail, dal quale avrà due figli: Sinbad e la futura pittrice Pegeen. Tra le mete dei suoi viaggi, particolarmente rilevante la città di Parigi, luogo in cui Peggy viene in contatto con numerosi artisti, tra cui Brancusi e Duchamp

Nel 1938, Peggy inaugura la sua prima galleria d’arte a Londra, esponendo opere di Jean Cocteau e successivamente una personale di Kandinsky. Ben presto, Peggy decide di abbandonare la galleria per aprire un museo d’arte contemporanea, in cui esporre opere selezionate dal curatore Herbert Read, da Duchamp e Van Doesburg. Già nel 1939, dunque, Peggy inizia ad acquistare importanti opere di artisti internazionali: Picabia, Braque, Dalì, Mondrian

Abbandonata la Francia occupata dai nazisti, Peggy torna negli Stati Uniti, con Max Ernst (che diventerà poi suo marito). Continua ad acquisire opere e inizia a cercare un nuovo spazio per allestire il suo museo. Inaugurerà nel 1942 un museo-galleria a New York, destinato a divenire fulcro dell’arte contemporanea della città. 

Separatasi anche da Ernst, torna in Europa e nel 1948 arriva a Venezia, dove espone la propria collezione alla prima Biennale d’Arte del dopoguerra. L’innamoramento per la città sarà tale da spingerla all’acquisto di Palazzo Venier dei Leoni, per farne un’abitazione ed una sede espositiva. L'anno successivo inaugura la prima esposizione di sculture nel giardino di Palazzo Venier dei Leoni. Nel frattempo, Peggy collabora con altre istituzioni: nel 1950, organizza la prima personale europea di Pollock al Museo Correr di Venezia, mentre la sua collezione viene esposta in città italiane ed europee. 

Nel 1962, Peggy riceve la cittadinanza onoraria di Venezia.

Nel 1969 viene invitata ad esporre la propria collezione a New York, negli spazi della fondazione Solomon R. Guggenheim, fondata dallo zio di Peggy. In questa occasione, Peggy decide di donare l’intera collezione alla Fondazione, donazione che sarà formalizzata nel 1976, a condizione che le opere rimangano a Venezia. 

Peggy Guggenheim muore all’età di 81 anni, il 23 dicembre 1979 e le sue ceneri sono sepolte nel giardino di Palazzo Venier dei Leoni. Alla morte, la Fondazione Solomon R. Guggenheim diventa proprietaria del palazzo, che verrà ampliato e trasformato in uno dei più importanti musei d’arte moderna del mondo. 

Published: Friday, 18 April 2014 — Updated: Friday, 25 April 2014